È mancata una persona speciale, Ileana Bersellini, fondatrice della Casa di Accoglienza delle Donne Maltrattate, prima consulente di accoglienza.

Nel 1986 è stata la prima ad alzare la cornetta rispondendo al nuovo numero contro la violenza.

Ileana sapeva accogliere e tenere relazioni con le donne in modo fantastico, con una misura e un’umanità straordinaria.

Era capace di esprimere la cura e il rispetto per la donna che incontrava attraverso ogni gesto e ogni sguardo che le dedicava: lo sentivano le donne e tutte noi che l’abbiamo avuta come maestra.

La nostra pratica è radicata nella sua esperienza e segue la strada da lei tracciata.